Turchia minaccia chiusura basi aeree Usa in caso di sanzioni

Turchia minaccia la chiusura delle basi Usa se impongono sanzioni

Se gli Stati Uniti impongono sanzioni per l’acquisto del sistema missilistico russo, la Turchia chiuderà le basi aeree Usa.

La Turchia minaccia la chiusura delle basi aeree Usa se Washington dovesse decidere di imporre sanzioni per l’acquisto del sistema missilistico difensivo della Russia S-400. Nel mirino di Ankara ci sono le basi americane di Incirlik e Kurecik, situate nel sud del Paese e verso il confine con la Siria.

La vicenda del sistema S-400 di difesa aerea ha aperto una frattura nelle relazioni tra Stati Uniti e Turchia dallo scorso luglio. Il sistema, secondo il presidente turco Recep Tayyp Erdogan, potrebbe essere operativo a aprile 2020. Erodgan non ha quindi alcuna intenzione di rinunciare al S-400.

La minaccia turca non è da poco. La grande base aerea di Incirlik è stato un simbolo della cooperazione turco-americana. Negli anni della Guerra Fredda, la base militare Usa è stata fondamentale nel contenimento e deterrenza dell’Unione Sovietica. Oggi Incirlik ospita migliaia di militari americano, britannici e turchi.

In realtà una forma di rappresaglia contro la Turchia gli Stati Uniti l’hanno già presa. Il Dipartimento della Difesa ha infatti bloccato il programma di acquisto degli F-35 da parte della Turchia. L’esercito turco aveva previsto l’acquisto di caccia F-35 di ultima generazione.

La minaccia turca di chiudere basi Usa rilancia la questione dell’appartenenza della Turchia alla Nato.

Rispondi