Stati Uniti e Grecia rafforzano la cooperazione militare

L’accordo di cooperazione per la difesa tra Stati Uniti e Grecia si rafforza. Più sicurezza per i due paesi nel Mediterraneo orientale.

Con 33,5 milioni di dollari che gli Stati Uniti verseranno nelle casse della Grecia, si consolida l’Accordo di cooperazione per la difesa reciproca, firmato nel 1990 e rinnovato lo scorso ottobre da Washington e Atene. Il trattato prevede che i fondi servano a espandere e a modernizzare le strutture militari della Grecia, alla costruzione di due hangar e di strutture in una base aerea nella zona di Larissa. L’accordo garantisce più sicurezza ai due Paesi nel Mediterraneo orientale e consente agli Stati Uniti l’addestramento di militari sul territorio greco.

Washington sta inoltre pianificando di dotare la Grecia di ulteriore materiale militare. L’obiettivo è di aumentare la potenza militare di Atene. Sono così in corso trattative per l’acquisizione da parte greca di mezzi anfibi per la sua marina. Di recente, il governo ha acquistato dagli Stati Uniti veicoli blindati, elicotteri, imbarcazioni veloci e caccia F-16. Sono attese proposte di modernizzazione delle fregate militari greche.

Stati Uniti e Grecia mostrano di avere tutta la volontà per espandere il loro accordo di cooperazione militare. Atene comunque tiene aperte tutte le porte della cooperazione difensiva. Il governo greco ha firmato intese difensive con Israele e con la Francia. Con gli israeliani c’è un contratto per comprare veicoli aerei senza equipaggio di tecnologia avanzata. Insieme a Parigi, i greci hanno firmato un accordo da 2,5 miliardi di euro per acquistare 18 jet Rafale da combattimento prodotti dalla francese Dassault. Gli acquisti francesi della Grecia hanno anche portato il governo ateniese a rafforzare l’intesa difensiva e a prenotare navi da guerra di prossima produzione. Le mosse greche in tema difensivo fanno sempre pensare a una strategia anti-turca. Non a caso il governo di Ankara si oppone alla cooperazione militare greco-americana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here