Saipem in Mozambico: contratto da sei miliardi per l’impianto gas

Saipem in Mozambico-L’azienda italiana sbarca nel Paese africano e ottiene un super contratto da sei miliardi di dollari.

La Saipem in Mozambico ottiene un contratto da sei miliardi di dollari, circa 5,3 miliardi di euro. L’azienda italiana ha portato a casa la super commessa per realizzare un grande impianto di liquefazione, stoccaggio e imbarco di gas naturale. Il Paese africano ha scoperto enormi giacimenti di gas e la sua politica è di esportarlo in maniera massiccia.

Nel progetto di costruzione dell’impianto, Saipem è insieme a altri sei partner internazionali. Tuttavia, il super contratto riguarda solo l’azienda italiana. Gli altri gruppi hanno concluso separatamente i loro singoli accordi con il governo del Mozambico.

Con l‘affaire africano, Saipem vola in alto e porta a 9 miliardi di euro gli ordini già ottenuti nel 2019. Un fatturato più che positivo se si pensa che siamo a metà anno. E che il gruppo ha chiuso esercizi in rosso negli esercizi precedenti. Solo di recente è tornato a fare utili. I 9 miliardi di dollari del 2019 equivalgono in maniera grossolana infatti al fatturato di un anno intero in un passato non facile per Saipem.

L’azienda, grazie a questa commessa che porta lavoro e occupazione, diversifica ancora di più il suo pacchetto di offerta di servizi. Pacchetto rimasto negli anni legato al petrolio e entrato in crisi per le difficoltà del greggio sui mercati. Saipem, oltre a gas e petrolio, investe oggi anche in fonti rinnovabili, raffinerie, linee ferroviarie a alta velocità.

E gli effetti del contratto in Mozambico si fanno già sentire. Questa mattina i titoli dell’azienda italiana sono volati in Borsa.

l contratto è stato assegnato da Anadarko Moçambique Area 1 Lda, una consociata interamente controllata di Anadarko Petroleum Corporation, che gestisce come operatore l’Area 1 Offshore e ha il ruolo di front-runner di una joint venture che comprende altri leader nel settore energetico, come ENH Rovuma Área Um, SA, Mitsui E&P Mozambique Area1 Ltd., ONGC Videsh Ltd., Beas Rovuma Energy Mozambique Limited, BPRL Ventures Mozambique BV e PTTEP Mozambique Area 1 Limited.

Il progetto GNL consiste nella costruzione di due treni di liquefazione del gas naturale, con una capacità nominale totale di 12,88 milioni di tonnellate all’anno (MTPA), nonché di tutte le necessarie infrastrutture, dei serbatoi di stoccaggio e delle strutture portuali per l’esportazione.

Stefano Cao, Amministratore Delegato di Saipem, ha commentato: “Dopo molti anni dedicati a questo progetto, siamo molto felici di annunciare che abbiamo raggiunto un accordo su tutti gli aspetti del contratto. Ci congratuliamo con Anadarko e i suoi consorziati per il risultato e siamo grati per la fiducia dimostrata nei confronti della Joint Venture assegnataria del progetto. Siamo pronti a mobilitare i nostri team sul sito dopo che Anadarko avrà rilasciato la Notice to Proceed conseguente alla Final Investment Decision. Con questo progetto rafforziamo la nostra presenza in Africa orientale, confermando il ruolo di Saipem tra i leader nel mercato del GNL nella logica della transizione energetica. Un progetto di tale portata contribuirà in modo sostanziale alla crescita economica del Mozambico quale nuovo polo nelle rotte energetiche ovest-est e, come Saipem, siamo orgogliosi di contribuire in modo determinante a questi futuri sviluppi”.

Advertisements

Rispondi