Perché la Russia ha sospeso i raid su Aleppo?

Perché la Russia sospende i raid su Aleppo?
Perché la Russia sospende i raid su Aleppo?

La Russia ha annunciato lo stop dei bombardamenti aerei su Aleppo. Perché Mosca ha deciso la sospensione dei raid?

Perché la Russia sospende i raid su Aleppo?
Perché la Russia sospende i raid su Aleppo?

Perché la Russia ha sospeso i raid aerei sulla città siriana di Aleppo? La versione ufficiale, riportata dalle agenzie di stampa internazionali e dalla Tass russa, parla di uno stop ai bombardamenti su Aleppo deciso per favorire la pausa umanitaria che scatterà giovedì 20 ottobre.



Al di là delle spiegazioni ufficiali, quali sono le vere ragioni della sospensione dei raid aerei su Aleppo da parte di Mosca e regime di Damasco?

Losanna. Probabile che lo stop ai raid su Aleppo sia la conseguenza dell’incontro tra il ministro degli esteri russo, Sergej Lavrov, e il Segretario di Stato Usa, John Kerry, avvenuto a Losanna la scorsa settimana. L’incontro ha segnato un timido approccio di rimettere in moto il percorso diplomatico sulla Siria dopo la rottura dei contatti russo-americani a seguito del fallimento dell’accordo sul cessate il fuoco.


Mosca, 20 ottobre tregua 8 ore ad Aleppo


Strategia della Russia. Il cessate il fuoco stabilito tra Stati Uniti e Russia lo scorso settembre è durato una settimana. Poi c’è stata l’aggressione americana all’esercito siriano di Bachar al-Assad e la ripresa dei bombardamenti russi su Aleppo contro i ribelli anti-Assad. I raid di Damasco e del Cremlino hanno colpito un convoglio umanitario oltre a numerosi civili. Si è trattato di un boomerang per Mosca che ha attirato le critiche dell’opinione pubblica mondiale. La Russia punta probabilmente a far vedere la sua buona volontà a favorire gli aiuti umanitari e il dialogo, smontando nei fatti le accuse di volere colpire i civili e commettere crimini di guerra.


Mosca, pausa Aleppo da proposta Onu


Credibilità. La Russia lancia un messaggio forte e chiaro con lo stop ai raid su Aleppo. Non ha bisogno di alcun accordo o beneplacito occidentale. Mosca sa benissimo quando fermarsi per favorire i soccorsi e gli interventi umanitari. Se Washington ha accusato il Cremlino di fare una pura real-politik e ha accusato i russi di crimini di guerra, la Russia risponde mostrando l’autonoma volontà a sospendere i raid mettendosi a disposizione per favorire gli aiuti umanitari.

1 COMMENT

  1. Nessuno è più in grado di capirci qualcosa. Di sicuro la popolazione siriana continua a morire e noi non possiamo farci niente. Che venga lasciato Assad al potere e la finiamo li, anche perchè come sarebbe un suo evenuale successore, visti i precedenti.

Rispondi