Perché il clima rende l'Australia poco vivibile

Inondazioni e alluvioni mettono in crisi l’economia. I cambiamenti climatici stanno rendendo più invivibile l’Australia.

In alcune zone dell’Australia è difficile assicurare le case. La causa è il cambiamento climatico. Nello stato del Queensland, e nella capitale Brisbane, le alluvioni hanno colpito duro negli ultimi tre mesi. A febbraio, su Brisbane sono cadute in tre giorni piogge pari al 70% delle precipitazioni medie annue.

Il clima che cambia colpisce duro anche nel resto del Paese. Siccità, alluvioni, inondazioni e maree anomale si susseguono da oltre tre anni. Hanno causato oltre 500 morti e milioni di animali uccisi.

Le conseguenze si fanno sentire sull’economia. Si fa più difficile in alcune zone del Paese -classificate ad alto rischio- trovare chi assicura le case. Troppo frequenti i fenomeni climatici. Tanto da congelare le polizze assicurative sulla casa che già erano schizzate alle stelle per i consumatori.

La chiamano “crisi dell’assicuratività”. Un rapporto del Climate Council australiano riporta che una casa su venticinque sarà non assicurabile entro il 2030. Un trend che avrà un impatto duro sul mercato immobiliare australiano. Nello Stato del Queensland non è già assicurabile il 40% delle 500.000 case esistenti.

Colpiscono le parole di Sam Bowstead alla Bbc. E’ un architetto specializzato nella costruzione di edifici che resistono ai fenomeni climatici. Vive a Brisbane e la sua casa è andata distrutta in una delle recenti alluvioni. Proprio lui che progettava case “indistruttibili” per gli altri. Scioccato di quanto velocemente salga l’acqua, vede come unica via d’uscita l’acquisto di una barca. Chissà se gli australiani lo seguiranno anche su questo.

Rispondi