Onu denuncia violazioni diritti umani in Crimea dalla Russia

L’Ufficio Diritti Umani delle Nazioni Unite ha accusato la Russia di violazioni generalizzate in Crimea, la penisola dell’Ucraina che fu annessa al territorio russo nel marzo 2014 con un colpo di mano di Vladimir Putin. Un’informativa dell’Ufficio dell’Onu parla di gravi e molteplici violazioni del diritti umani commesse dai russi in Crimea. In particolare, vengono denunciate detenzioni arbitrarie, sparizioni, torture e esecuzioni extra-giudiziali. Il testo dell’Onu si chiude con una raccomandazione a che la Russia rispetti i suoi obblighi come potenza occupante.

Advertisements

1 COMMENT

  1. ” Il testo dell’Onu si chiude con una raccomandazione a che la Russia rispetti i suoi obblighi come potenza occupante.” trovo già ridicolo che ONU prenda in considerazione una potenza occupante, dovrebbe limitarsi a condannarne senza se e senza ma l’occupazione di un Paese sovrano o di parte di esso

Rispondi