Nuova Zelanda una maori agli esteri

Per la prima volta una donna indigena guiderà il ministero degli esteri della Nuova Zelanda. E una Maori, si chiama Nanaia Mahuta, ed è stata eletta in Parlamento nel 1996. Ora la premier neozelandese, Jacinda Ardern, l’ha scelta come ministro degli esteri nella sua compagine governativa.

Quattro anni fa Mahuta entrò in Parlamento esibendo, un po’ timidamente ma con orgoglio, il suo moko-kaue, il tatuaggio tradizionale maori sul mento. Sostituisce il precedente ministro degli esteri, Winsotn Peters, anche lui maori.

Da circa un mese, la Nuova Zelanda ha confermato con una maggioranza schiacciante la premier Ardern. La composizione parlamentare, scelta dagli elettori, è al 50% al femminile. Una percentuale molto al di sopra della media mondiale, che è pari al 25%.

Rispondi