Nuova mobilitazione militare russa vicino ai confini ucraini

Un nuovo ammassamento di truppe russe vicino al confine ucraino ha sollevato preoccupazione tra alcuni funzionari negli Stati Uniti e in Europa che stanno monitorando quelli che considerano movimenti irregolari di attrezzature e personale sul fianco occidentale della Russia.

I funzionari, che hanno parlato al Washington Post a condizione di anonimato perché non erano autorizzati a discutere pubblicamente della questione, hanno affermato che i movimenti delle truppe hanno riacceso le preoccupazioni nate ad aprile, quando il più grande movimento di truppe da parte della Russia vicino al confine ucraino negli ultimi anni ha scatenato un protesta internazionale.

I rinnovati movimenti delle forze russe nell’area arrivano mentre il Cremlino abbraccia una linea più dura sull’Ucraina. Funzionari russi dal presidente Vladimir Putin in giù hanno intensificato la loro retorica negli ultimi mesi, attaccando i legami occidentali di Kiev e persino mettendo in discussione la sua sovranità. Putin ha avvertito che qualsiasi espansione delle infrastrutture militari della NATO sul territorio ucraino rappresenta una “linea rossa” per Mosca.

Rispondi