Massacro nel Congo orientale uccisi 55 civili

Almeno 55 persone sono state uccise durante la notte del 31 maggio in due attacchi contro villaggi nell’est del Congo. Lo ha annunciato l’Onu che definisce la peggiore notte di violenza dell’area in almeno quattro anni.

L’esercito e un gruppo locale per i diritti civili hanno accusato le Forze democratiche alleate (ADF), un gruppo armato islamista, di aver fatto irruzione nel villaggio di Tchabi e in un campo per sfollati vicino a Boga, un altro villaggio. Entrambi sono vicini al confine con l’Uganda.

Le case sono state bruciate e i civili rapiti, ha riportato l’ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari in una nota.

Rispondi