ira-condanna-attacchi-parigi
La guida suprema iraniana Khamenei ha condannato gli atti terroristici di Parigi

L’Iran condanna gli attacchi di Parigi dello scorso 13 novembre. L’ayatollah Khamenei, guida suprema iraniana, ha definito gli attacchi “cieco terrorismo”. In una lettera rivolta a tutti i giovani d’Europa, Khamenei ha messo in evidenza che un miliardo e mezzo di musulmani è rimasto sconvolto e indignato per quanto accaduto. La guida suprema iraniana scrive anche nella lettera che i musulmani provano odio e ripugnanza per gli autori di questi crimini.

Khamenei non si è lasciato sfuggire l’occasione per puntare il dito anche contro le “contraddizioni della politica occidentale”. “Le sofferenze di un essere umano, in qualsiasi angolo del mondo, sono dolorose”, che siano “in Francia, Palestina, Iraq, Libano e Siria”, ha sottolineato Khamenei, dicendosi certo che “soltanto voi giovani riuscirete a trarre lezioni dalle difficoltà attuali per poi scoprire nuovi sentieri sicuri per costruire il futuro”.

Rispondi