Il portavoce del Cremlino ammette le dolenti note della Russia: pesanti perdite tra i militari russi.

Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, ha ammesso, in un’intervista al canale britannico di Sky News, che i russi stanno subendo pesanti perdite nella campagna in Ucraina. È la prima volta che uno degli uomini più vicini a Vladimir Putin ammette difficoltà nell’operazione militare. Peskov ha definito una “tragedia per loro” la morte di tanti soldati, riconoscendo, indirettamente, la crisi russa. Il portavoce ha auspicato che Mosca raggiunga i suoi obiettivi militari nei prossimi giorni.

Rispondi