L’accordo Brexit di Theresa May non passa. Westminster boccia il governo

La premier britannica subisce la più pesante sconfitta di un governo alla Camera dei Comuni. L’accordo Brexit di Theresa May va sotto.

L’accordo Brexit di Theresa May non passa alla Camera dei Comuni. Westminster ha bocciato oggi l’intesa raggiunta a novembre 2018 tra il premier britannico e l’Unione Europea. Intesa che sanciva il divorzio di Londra da Bruxelles e regolamentava procedure e aspetti tecnici.

La sconfitta di Theresa May era nell’aria, quasi annunciata. Ciò che non si attendeva era una sonora sconfitta del suo governo nel Parlamento britannico. La May ha subito la più pesante sconfitta parlamentare di qualunque primo ministro in Gran Bretagna nell’era democratica. Sono stati 432 i no all’accordo Brexit contro 202 sì. Così l’accordo Brexit di Theresa May non passa e Westminster ha mandato sotto il governo di 230 voti. Tra questi ci sono anche 118 parlamentari conservatori, del partito della premier, che hanno votato contro il governo che sostengono. Un risultato pesante.


Vantaggi e svantaggi della Brexit


Theresa May ha annunciato che non si dimette e che accoglierà favorevolmente mozioni di sfiducia in Parlamento. Il suo obiettivo, ora, è quello di mettere alla prova la tenuta della sua maggioranza.

E la mozione di sfiducia è arrivata poco dopo, presentata dal leader laburista Jeremy Corbin sostenuto dai leader degli altri partiti di opposizione. Corbyn è andato giù duro con la May. Ha definito la sconfitta “devastante” e ha accusato la premier di avere rifiutato il dialogo con l’opposizione per evitare il non-accordo e privilegiare gli interessi del suo partito a quelli del Paese. E infine ha auspicato che con il voto di fiducia la Camera dei Comuni dia il suo verdetto negativo contro un governo di incompetenti.

Molto probabilmente la premier britannica sopravviverà al voto di fiducia. In suo soccorso ci sono i 10 deputati del Dup, il partito degli unionisti nordirlandesi. Il loro leader Sammy Wilson ha annunciato che voteranno l’appoggio a Theresa May. I 10 rappresentanti del Dup sono decisivi per garantire la maggioranza e la sopravvivenza del governo. Conservatori permettendo. E il primo ministro ha fatto sapere che se sopravviverà al voto di fiducia organizzerà incontri traversali ai partiti con diversi parlamentari per comprendere ciò che viene richiesto al fine di avere l’appoggio alla Camera.

Rassegna stampa

Theresa May loses Brexit deal vote by a majority of 230- The Guardian

Brexit: Theresa May’s deal is voted down in historic Commons defeat- BBC

Brexit vote result- The Independent

 

Advertisements

Rispondi