La prima grana per Joe Biden è la tensione con la Cina per l’isola di Taiwan.

Joe Biden raccoglie l’eredità di Donald Trump e inaugura la sua politica estera con la tensione con la Cina su Taiwan. La crisi era ripresa di nuovo negli ultimi giorni dell’era Trump. L’ambasciatrice Usa all’Onu Kelly Craft aveva annunciato una visita ufficiale a Taiwan. La visita poi era stata annullata per le pressioni della Cina che aveva minacciato ritorsioni. Il secondo round è avvenuto con la cerimonia di insediamento di Biden alla Casa Bianca quando è stata invitata la rappresentante di Taiwan. Scelta che ha fatto irritare le autorità di Pechino. La Cina ha risposto in questi giorni con mobilitazione di mezzi nel Mar Cinese meridionale. Nella giornata di ieri e in quella di oggi i cinesi hanno invitato flotte aeree nella zona di identificazione radar di Taiwan. Il governo di Taipei ha protestato. Per tutta risposta gli Stati Uniti hanno spostato la portaerei Roosevelt nel Mar Cinese Meridionale. Ora la tensione rischia di aumentare e di avere un escalation di prove di forza. Biden ha la sua prima prova di politica estera.

Rispondi