La Spagna entra in gioco nel Mediterraneo. Manovre militari con l'Egitto

Madrid sempre più presente nella regione del Mediterraneo. La Spagna diventa un attore di primo piano sul palcoscenico regionale.

La Spagna entra di forza nel gioco del Mediterraneo. Madrid non vuole lasciare che il campo da gioco sia occupato da Italia, Francia, Egitto, Turchia e Libia. Così entra in campo e lo fa con le manovre militari navali tra le marine egiziane e spagnole.

Proprio il 22 ottobre le marine militari di Egitto e Spagna hanno dato il via a manovre militari congiunte nel Mar Rosso. Alle esercitazioni hanno preso parte le due fregate egiziane Al Nasser e Abou Qir, insieme alla fregata spagnola Santa Maria.

Queste esercitazioni militari in Egitto confermano il grande attivismo della Spagna in Nord Africa: dal Marocco all’Egitto, passando per Algeria, Tunisia e Libia. Il governo di Madrid ha ritrovato un rinnovato slancio diplomatico nella regione. L’esercitazione navale congiunta tra Spagna ed Egitto nel Mar Rosso il 22 ottobre 2020 è stata significativa. La cooperazione navale di Madrid con il Cairo non solo ha rivelato che la Spagna riconosce la necessità di essere un attore più attivo e credibile al di fuori del Mediterraneo occidentale, ma che la Spagna è preoccupata per come la crescente potenza della Turchia possa influenzare i suoi interessi nel Maghreb, più immediatamente in Libia.

Rispondi