La rivelazione di Putin: “riportare la Crimea alla Russia”. Il documentario

In un documentario Vladimir Putin afferma al termine di una riunione che “dobbiamo lavorare per riportare la Crimea alla Russia”. Il presidente russo ha usato quelle parole nella notte tra il 22 e 23 febbraio 2014 dopo un vertice con i responsabili dei servizi segreti russi riguardo alle decisioni da prendere sull’Ucraina dove era stato deposto il presidente Viktor Yanukovic.

putin

Le anticipazioni del documentario intitolato “Homeward bound” (Il cammino verso casa) sono andate in onda sulla tv di stato russa che ha prodotto il servizio. Per la prima volta emergono rivelazioni di grande portata sulla decisione del Cremlino di annettere la Crimea. E quattro giorni dopo il vertice, truppe non individuate si impadroniscono del Parlamento e degli edifici governativi della Repubblica autonoma di Crimea che viene annessa a Mosca e staccata dall’Ucraina il 18 marzo. Due giorni dopo è la volta del referendum nel quale il 98% vota a favore dell’annessione. La comunità intenazionale condanna. Nel trailer mandato in onda, Putin racconta che nel corso della riunione viene organizzata l’operazione per salvare la vita di Yanukovich, che deve essere portato in Russia “via terra, via mare o via aria”. Il 22 febbraio 2014 il deposto presidente fugge da Kiev verso le città orientali di Kharkiv e Donetsk, prima di riuscire a raggiungere la Federazione russa attraverso la Crimea.

https://www.youtube.com/watch?v=g98qms8uuTg

 

Advertisements

Rispondi