Dalla Commissione Europea 278 milioni per le start-up e Pmi

Notiziario Estero – Dall’Unione Europea un’opportunità unica per start-up e PMI europee nel settore dell’innovazione e della tecnologia.

La Commissione europea ha selezionato 75 start-up e PMI promettenti nella tornata di finanziamenti più ingente di sempre della fase pilota del Consiglio europeo per l’innovazione (CEI), per un valore di oltre 278 milioni di euro. La grande novità è che 39 di queste imprese riceveranno sia una sovvenzione che un investimento azionario diretto.

Le imprese selezionate stanno lavorando a grandi innovazioni, come la creazione della prima rete mondiale di Internet delle cose che utilizza satelliti a basso costo e in orbita bassa, la produzione di combustibile sostenibile usando materiale organico o lo sviluppo di tecnologie alimentate dall’intelligenza artificiale per trasformare la vita dei pazienti con gravi lesioni cerebrali. Questo nuovo tipo di “finanziamento misto”, che comprende sovvenzioni e investimenti azionari diretti, consentirà un livello di finanziamento molto più elevato (fino a 17,5 milioni per impresa) per accelerare la crescita e aiutare le imprese a commercializzare innovazioni rivoluzionarie.

Le start-up e le PMI selezionate in questa tornata per beneficiare del sostegno del progetto pilota del CEI sono ubicate in 15 Stati membri dell’UE e in 5 paesi associati. Tra gli Stati membri dell’UE, la Francia ospiterà il maggior numero di progetti a finanziamento misto (6) e la Germania il maggior numero di progetti beneficiari solo di sovvenzioni. La Commissione ha anche firmato un accordo con il Gruppo Banca europea per gli investimenti per istituire un fondo CEI ad hoc per gestire gli investimenti azionari.

Rispondi