Tensione tra Cina e Taiwan

Ancora tensione tra Cina e Taiwan. Dopo la decisione del governo di Taipei di aumentare la spesa militare, Pechino lancia incursioni e esercitazioni militari vicino all’isola.

Nuova incursione militare della Cina nella zona di difesa aerea di Taiwan. L’aeronautica di Taipei è intervenuta per allontanare i 10 aerei cinesi che il 17 settembre hanno violato lo spazio taiwanese. La “provocazione” della Cina arriva dopo l’annuncio di un aumento da 9 miliardi di dollari del budget militare dell’isola.

Questa volta le autorità cinesi non si limitano solo a sorvolare vicino a Taiwan ma avviano anche esercitazioni militari, lanciando un messaggio minaccioso per la sicurezza taiwanese. L’esercito cinese ha schierato navi da guerra, aerei di pre-allarme e bombardieri per effettuare manovre militari volte a testare le capacità di combattimento congiunte nell’area. Il Ministero della Difesa del governo di Taipei ha dichiarato in una nota che i cinesi hanno impiegato sei caccia J-16 e due J-11, più un antisommergibile e un aereo da ricognizione. Taipei ha risposto inviando aerei da combattimento e attivando i missili antiaerei. I mezzi cinesi sono passati – secondo il governo di Taiwan- dal canale Bashi che separa Taiwan dalle Filippine e alcuni caccia hanno sorvolato le isole Pratas.

Pechino considera Taiwan come parte del proprio territorio nazionale sulla base del principio di una “sola Cina”. L’isola però si definisce come Repubblica di Cina, ha un suo governo e si ritiene un’entità separata dalla Repubblica Popolare Cinese.

Rispondi