Bielorussia blocca i media d'opposizione

Nuova stretta della Bielorussia verso i media vicini all’opposizione. Il presidente Alexander Lukashenko ha vietato l’attività e diffusione dei canali Nexta, ritenuti vicini al leader dell’opposizione e dissidente Raman Protasevich, arrestato lo scorso maggio a seguito del dirottamento del volo aereo Atene Vilnius. Nelle ultime settimane, il governo di Minsk ha aumentato le rappresaglie nei confronti dei cittadini dissidenti e dell’informazione dell’opposizione.

Rispondi