L’Italia e’ sempre piu’ attiva in Ecuador sul versante della cooperazione. Nei giorni scorsi, l’ambasciatore a Quito, Gianni Piccato, ha firmato due accordi relativi all’attivazione di iniziative legate alla finanza popolare e solidale e ad “Amazonia sin Fuego”. Sul primo versante, l’Italia ha concesso un credito d’aiuto di tre milioni di euro a favore della Corporacion Nacional de Finanzas Populares y Solidarias (Conafips). L’istituzione ecuadoriana utilizzera’ le risorse per rafforzare l’accesso al credito di categorie svantaggiate nelle province di Loja, Sucumbios, El Oro e Carchi. Il direttore esecutivo della Conafips, Geovanny Cardoso, ha sottolineato l’importanza di tale apporto finanziario in una fase di forte difficolta’ economica per il Paese, soprattutto nei territori oggetto dell’intervento, situati alla frontiera con la Colombia ed il Peru’. Sul secondo, il contributo italiano – sotto forma di budget support – ammonta a 1.303.613 euro.

Firma di due accordi relativi all’attivazione di iniziative legate alla finanza popolare e solidale e ad “Amazonia sin Fuego”

Il programma integra azioni d’emergenza e sviluppo con attivita’ di formazione, divulgazione e sensibilizzazione nelle comunita’ rurali che si dedicano all’agricoltura familiare e all’allevamento di bestiame, permettendo con il tempo, di rafforzare le capacita’ locali di prevenzione e risposta agli incendi forestali, recuperando cosi’ terre degradate grazie alla diffusione di pratiche agricole alternative all’uso del fuoco. Erano presenti alla cerimonia della firma il ministro degli Esteri incaricato, Julio Xavier Lasso ed il neo titolare dell’Ambiente, Daniel Ortega. Le due autorita’, unitamente all’ambasciatore Piccato, hanno sottolineato come l’evento giunga in un momento particolarmente rilevante ed opportuno, in concomitanza con il summit sul clima COP21 in corso a Parigi.

(Fonte sito Ministero degli Esteri)

Rispondi