Il governo israeliano ha attaccato questa mattina, mercoledì 18 novembre, obiettivi iraniani e siriani nei pressi di Damasco. Il blitz dei caccia con la stella di David ha ucciso almeno 10 persone. Israele ha giustificato i bombardamenti come rappresaglia per l’installazione di rampe da lancio missilistiche presso le alture del Golan, al confine con la Siria. L’attacco è avvenuto poche ore prima della visita in Israele del segretario di Stato USA Mike Pompeo. Tel Aviv ha voluto lanciare un messaggio ai democratici americani, futuri direttori della politica USA con Joe Biden: non saranno tollerate installazioni e appoggi politici a Iran e Siria.

Rispondi