Isis: Vaticano favorevole all’uso della forza militare

Se non si trovano soluzioni diplomatiche, lo Stato del Vaticano è favorevole all’uso della forza militare per fermare le aggressioni contro i cristiani e le altre minoranze religiose da parte delle milizie dello Stato Islamico.

tomasi

L’Arcivescovo Silvano Tomasi, rappresentante del Vaticano presso le Nazioni Unite a Ginevra, ha dichiarato che i jihadisti dell’Isis stanno commettendo un genocidio che deve essere fermato. Il Vaticano tradizionalmente si è sempre opposto all’uso della forza militare nella regione medio-orientale. La posizione cambia nei confronti dello stato islamico. Già Papa Francesco aveva condannato duramente l’assassinio dei 21 copti egiziani uccisi dai miliziani Isis in Libia lo scorso 21 febbraio. Ora, in un’intervista alla rivista cattolica Crux, Monsignor Tomasi spiega che occorre una coalizione ben coordinata che può anche prevedere l’uso della forza per porre fine alle violenze.

 

Advertisements

Rispondi