Zelensky respinge ultimatum della Russia

Al termine di una giornata segnata da missili e bombe, arriva la notizia che sembra mettere una pietra tombale sul dialogo russo-ucraino. Volodymyr Zelensky ha respinto l’ultimatum della Russia. Questo prevede che l’Ucraina ceda alla Russia le città di Kharkiv, Mariupol e Kiev. Di fatto, Mosca ha fatto all’Ucraina un’offerta con la pistola puntata alla testa. Dopo quasi un mese di guerra, la ripresa del dialogo è molto difficile se le condizioni sono queste. Vladimir Putin non cerca la soluzione della guerra. Non cerca negoziati ragionevoli con proposte realizzabili. Gioca a presentare soluzioni diplomatiche che vanno in una sola direzione.

Rispondi