Il Pakistan prende le distanze dall’intervento nello Yemen

asif

“Non abbiamo promesso alcuno appoggio militare alla coalizione guidata dall’Arabia Saudita nello Yemen”. Lo dichiara il ministro della difesa del Pakistan, Khawaja Asif. Che ha anche aggiunto: “Se l’integrità territoriale dell’Arabia Saudita sarà minacciata, allora il Pakistan la difenderà”, precisando che “il Pakistan non ci tiene a farsi coinvolgere in un conflitto che divida il mondo musulmano”. Una dichiarazione che smentisce in un colpo solo ciò che i media filo-governativi sauditi andavano dicendo da giorni dando per sicura la partecipazione di Islamabad alla coalizione contro i ribelli sciiti Houthi nello Yemen.

La leadership politica pakistana cerca di mantenere in equilibrio le loro relazioni con la monarchia saudita e la convivenza con la minoranza sciita che in Pakistan è pari al 20% della popolazione. Riad eroga al Pakistan (unico Paese arabo con armi nucleari) un aiuto finanziario fondamentale sotto forma di petrolio. Gli sciiti in Pakistan sono il 20% di una popolazione di 190 milioni di abitanti. Un attacco ai ribelli Houthi nello Yemen significa destabilizzarsi al proprio interno e inclinare i rapporti già tesi con l’Iran con cui il Pakistan condivide oltre mille chilometri di frontiera.

Advertisements

Rispondi