L'Isis ha un nuovo capo. Morto l'ex-leader

Il gruppo jihadista dell’Isis ha annunciato la morte del suo leader, Abu al-Hassan al-Hashemi al-Qurayshi.

Un messaggio audio del portavoce del gruppo ha detto che è stato ucciso mentre combatteva quelli che ha definito “i nemici di Dio”, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Gli Stati Uniti hanno detto che è stato ucciso in un’operazione condotta dal gruppo ribelle Free Syrian Army nel sud-ovest della Siria a metà ottobre.

Era diventato leader a marzo, dopo che il suo predecessore si è fatto esplodere durante un raid delle forze Usa nel nord-ovest della Siria.

Il portavoce ha detto che il suo sostituto si chiama Abu al-Hussein al-Husseini al-Qurayshi, un altro apparente nom-de-guerre.

Come per l’annuncio precedente, il portavoce si è astenuto dal rivelare il suo vero nome, nazionalità o background.

Ha descritto Abu al-Hussein come “uno dei mujahidin veterani” e ha esortato i sostenitori del gruppo a giurargli fedeltà.

Si sapeva molto poco di Abu al-Hassan, che non ha mai rilasciato alcuna dichiarazione a suo nome come leader. Ma lunedì, un canale Telegram anti-IS a sostegno del gruppo jihadista rivale al-Qaeda ha detto che era stato ucciso “qualche tempo fa”.

Rispondi