I mercenari della Wagner sono in Bielorussia

Il governo di Kiev conferma che i mercenari della Wagner sono arrivati in Bielorussia dal confine russo. E addestrano i militari di Minsk.

>

Il servizio di guardia di frontiera dell’Ucraina (Dpsu) ha confermato che i mercenari Wagner sono ora arrivati in Bielorussia dalla vicina Russia.
Il DPSU sta valutando quanti “militanti” ci sono in Bielorussia, che condivide anche un confine con l’Ucraina, nonché la loro esatta posizione e i loro obiettivi.
Un rapporto non confermato, citato dalla BBC, afferma che un convoglio di circa 60 veicoli Wagner ha attraversato il confine con la Bielorussia sabato 15 luglio.
A giugno, l’ammutinamento di Wagner ha sfidato l’autorità del presidente Vladimir Putin.
Un accordo pose fine alla ribellione di 24 ore, che vide le truppe impadronirsi della città di Rostov e marciare su Mosca, interrompendola a soli 200 km dalla capitale.

In base all’accordo, ai combattenti Wagner fu detto che potevano unirsi all’esercito russo regolare o andare in Bielorussia, uno stretto alleato della Russia. Anche al leader di Wagner, Yevgeny Prigozhin, è stato offerto un trasferimento in Bielorussia, tuttavia la sua attuale ubicazione è sconosciuta.

Wagner è una compagnia militare privata russa composta da combattenti mercenari, molti dei quali sono stati reclutati dalle prigioni russe. Hanno combattuto alcune delle battaglie più sanguinose da quando la Russia ha lanciato la sua invasione su vasta scala dell’Ucraina nel febbraio dello scorso anno.

Rispondi