I colloqui di pace per l’Oromia si sono interrotti

0
85
I colloqui di pace per l'Oromia si interrompono
I colloqui di pace per l'Oromia si interrompono

Niente da fare per il popolo dell’Oromia. I colloqui di pace in Tanzania tra Etiopia e Esercito di Liberazione nazionale dell’Oromia si sono interrotti.

Si sono interrotti i colloqui in corso in Tanzania per la pace tra il governo federale dell’Etiopia e l’esercito per la liberazione dell’Oromia. Quest’ultimo lotta per l’autodeterminazione degli Oromo, popolo e gruppo etnico più numeroso in Etiopia che sostiene di essere emarginato. L’insurrezione degli Oromi risale agli anni ‘70. Negli ultimi anni la guerriglia si è intensificata e sono morte migliaia di persone. L’Oromia è la regione più grande dell’Etiopia.

L’ultima tornata di colloqui di pace tra il governo federale dell’Etiopia e un gruppo militante che conduce un conflitto di lunga data nella regione dell’Oromia del paese si è interrotta in Tanzania senza un accordo, hanno detto martedì entrambe le parti.

L’Esercito di Liberazione Oromo afferma di lottare per una maggiore determinazione a favore degli Oromo, il gruppo etnico più numeroso dell’Etiopia, che da tempo sostiene di essere emarginato. L’insurrezione risale agli anni ’70, ma negli ultimi anni si è intensificata, uccidendo migliaia di persone e rendendo senza legge vaste aree dell’Oromia, la regione più grande dell’Etiopia.

I colloqui di pace per l'Oromia si interrompono
I colloqui di pace per l’Oromia si interrompono

L’OLA questo il nome del gruppo di miliziani, è stato classificato come gruppo terroristico in Etiopia e il governo lo ha accusato di aver compiuto omicidi di massa contro le minoranze etniche.

Una dichiarazione dell’OLA ha accusato il governo etiope di cercare di cooptare la sua leadership “piuttosto che iniziare ad affrontare i problemi fondamentali che sono alla base delle sfide politiche e di sicurezza apparentemente insormontabili del paese”.

Il governo etiope ha firmato un accordo di pace con i combattenti della regione settentrionale del Tigray nel novembre 2022, ponendo fine a un devastante conflitto durato due anni che si ritiene abbia ucciso centinaia di migliaia di persone.

Da allora, tuttavia, il conflitto è divampato altrove. Oltre al conflitto in Oromia, il governo deve far fronte alla ribellione dei miliziani nella regione di Amhara, iniziata a luglio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here