Un disegno di legge per sostenere azioni strategiche di contenimento della Cina. Gli Usa stanziano oltre un miliardo di dollari.

Il Congresso Usa discute il disegno di legge per il contenimento della Cina.

La proposta prevede lo stanziamento di oltre un miliardo di dollari a sostegno delle azioni strategiche volte a limitare l’espansionismo cinese.

L’Amministrazione di Joe Biden scalda i motori per contenere i tentativi di Pechino di egemonizzare la regione indo-pacifica e estendere la propria influenza economica e commerciale.

A Washington preoccupano le manovre cinesi su Taiwan e nel Mar Cinese Meridionale, oltre alla strategia euroasiatica della Via della Seta. Soprattutto è l’espansione militare e l’esportazione di forniture e tecnologia bellica a inquietare Casa Bianca e Pentagono. La base navale cinese costruita in Gibuti non è gradita dagli Usa. Così come la politica militare in Africa.

Il disegno di legge stanzia così risorse per organizzare un migliore coordinamento sulla conoscenza e monitoraggio delle armi convenzionali e non convenzionali della Cina. Se il Congresso Usa approva la legge, ci saranno 655 milioni per le forze militari straniere operative nell’area dell’indo-Pacifico. E 450 milioni per l’Indo-Pacific Maritime Security Initiative, l’organizzazione che si occupa di promuovere la sicurezza marittima nella zona.

Rispondi