Gli Houthi attaccano gli Emirati durante la visita del presidente israeliano

Gli Houthi danno il benvenuto con un missile al presidente israeliano in visita negli Emirati Arabi Uniti.

I ribelli Houthi hanno attaccato gli Emirati Arabi Uniti durante la visita del presidente israeliano Isaac Herzog.

Il governo emiratino ha annunciato di avere intercettato un missile balistico lanciato dai ribelli yemeniti sciiti e filo-iraniani.

E’ la terza volta che gli Houthi attaccano gli Emirati nel giro di un mese.

Il ministero della difesa ha spiegato che l’esercito ha intercettato e colpito il missile poco prima della mezzanotte del 31 gennaio. I suoi detriti sono caduti in una zona disabitata.

La difesa degli Emirati non ha specificato se il razzo fosse diretto verso la capitale Abu Dhabi o Dubai. L’aviazione ha dichiarato di avere distrutto il lanciamissile, che si trovava in Yemen.

Dopo il lancio, gli Houthi hanno riportato su Twitter che era il loro benvenuto al presidente israeliano Herzog.

L’attacco è avvenuto mentre il capo dello Stato israeliano era a colloquio con il sovrano degli Emirati Arabi Uniti a Abu Dhabi. Il summit aveva all’ordine del giorno i temi della sicurezza e delle relazioni bilaterali tra i due Paesi.

Herzog proseguirà la sua visita ufficiale nel Paese nonostante l’attacco degli Houthi.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno firmato gli Accordi di Abramo il 15 settembre 2020 che prevedono la normalizzazione delle relazioni tra i due Stati.

Rispondi