Filippine un Marcos dopo l'altro

Marcos Jr, il figlio dell’ex-dittatore delle Filippine, vince le elezioni presidenziali 

Ferdinand Marcos Jr corre come un treno verso la presidenza delle Filippine. I risultati non sono ancora ufficiali ma Bongbong, questo il suo soprannome, ha superato il 50% dei consensi in base ai dati trasmessi alla Commissione Elettorale.

Alle ore 21 locali, la Commissione Elettorale Centrale ha ricevuto il 62% dei voti scrutinati. Lo spoglio, sebbene ancora parziale, attribuisce a Marco jr 17.541.799, pari al 53,5 per cento. Lo seguono  la candidata della sinistra Leni Robredo, con 8.311.501, Manny Pacquiao con 1.486.592 voti, Isko Moreno con 1.188.776 e Panfilo Lacson con 567.761. Per la vicepresidenza, Sara Duterte, figlia del presidente uscente Rodrigo, è davanti con 17.155.745 voti seguita da Kiko Pangilinan con 5.276.161. I dati sono in aggiornamento.

Non sono mancati episodi di violenza durante le elezioni. Tre militari sono rimasti uccisi nell’isola di Mindanao, teatro di scontri con insurrezionisti di matrice islamica e comunista. In un altro seggio elettorale nove persone sono rimaste ferite dopo il lancio di bombe a mano.

Le elezioni presidenziali nelle Filippine eleggono il successore di Rodrigo Duterte, il controverso leader filippino che non ha potuto ricandidarsi in base alla Costituzione. Marcos jr si è fatto avanti presentando la sua candidatura in ticket con Sara Duterte.

Marcos jr è il figlio dell’ex-dittatore delle Filippine Ferdinando Marcos. Laurea a Oxford, 64 anni, Bongbong ha una breve esperienza politica e istituzionale come governatore provinciale nel 1986 prima dell’esilio e come senatore tra il 2010 e il 2016.

Nei prossimi sei anni di mandato, Marcos promette di continuare la politica del presidente uscente Duterte. In particolare, il legame con la Cina e lo svuotamento della Corte Penale Internazionale che ha avviato un’inchiesta su Duterte per i possibili crimini contro l’umanità commessi nella guerra al traffico di droga nella quale sono state uccise migliaia di persone.

Per approfondire: The Rappler, blog che racconta cosa succede nelle Filippine.

Rispondi