In Ecuador ha vinto a sorpresa la destra del banchiere Lasso

Il banchiere Guillermo Lasso ha vinto a sorpresa la presidenza dell’Ecuador con la promessa di rilanciare un’economia martoriata dal coronavirus. I voti del suo rivale socialista non sono riusciti a conquistare un elettorato scettico.

Lasso ha ottenuto il 52% dei voti al ballottaggio a seguito di una campagna che ha contrapposto l’economia di libero mercato ai piani di assistenza sociale dell’economista Andres Arauz, una vittoria probabilmente aiutata da una campagna di scrutinio che ha lasciato uno su sei voti nulli.

I mercati hanno accolto con favore la notizia dopo mesi di preoccupazioni che i piani di spesa sociale di Arauz avrebbero sconvolto le delicate finanze del governo. Le obbligazioni ecuadoriane hanno registrato un rialzo questa mattina, raggiungendo il livello più alto da settembre.

Il 65enne Lasso, che entrerà in carica il 24 maggio, dovrà trovare il modo per avviare un’economia in stallo utilizzando lo stesso modello pro-mercato del presidente Lenin Moreno, che ha sostenuto le finanze del governo ma ha lottato per creare posti di lavoro. e non ha cercato la rielezione.

La sua terza campagna per la presidenza si è concentrata sull’introduzione di investimenti stranieri per creare posti di lavoro e sull’espansione degli investimenti nel settore agricolo.

Era molto diverso dalle promesse di Arauz di distribuire 1.000 dollari a un milione di famiglie povere e di restituire il paese ai programmi di assistenza sociale dell’ex presidente Rafael Correa, mentore di Arauz.

Rispondi