Crisi Golfo: l’Arabia Saudita accusa l’Iran per il raid su campo petrolifero

La crisi del Golfo scivola verso la guerra. L’Arabia Saudita accusa l’Iran di essere dietro gli attacchi al sito petrolifero Aramco. Riad: risponderemo.

C’è  l’Iran dietro l’attacco dello scorso 14 settembre contro gli impianti di Aramco ad Abqaiq e Khurais. Il raid è stato compiuto con armi iraniane. Lo ha detto in conferenza stampa il ministro di Stato per gli Affari esteri saudita, Adel al Jubeir. “Per questa ragione consideriamo l’Iran responsabile” degli attacchi, ha aggiunto. L’attacco ha colpito la sicurezza dell’energia globale. Riad ha fatto sapere in serata che risponderà con una rappresaglia all’aggressione iraniana. La Bbc online scrive che l’Arabia Saudita “risponderà con le misure necessarie”. L’escalation potrebbe essere sempre più probabile. Si tratta di capire chi spara il primo colpo.

Advertisements

Rispondi