Cos'è successo al primo Consiglio Russia-Nato

Dopo due anni torna a riunirsi il primo Consiglio Nato-Russia, il forum di dialogo e confronto tra l’alleanza militare più forte al mondo e il gigante al confine orientale europeo. L’incontro avviene in un clima di forte tensione tra Stati Uniti e Nato da una parte e Russia dall’altra. La sintesi del confronto l’ha fatta il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. Secondo Stoltenberg i livelli delle relazioni tra i due paesi sono “criticamente bassi” e definisce realistica la possibilità di un conflitto armato in Europa. Tuttavia, ha spiegato il segretario Nato, le possibilità di dialogo non sono del tutto escluse. Bruxelles e Mosca hanno stabilito di riportare le proprie rappresentanze nei rispettivi uffici. La missione Nato rientrerà quindi a Mosca così come quella russa a Bruxelles. E’ un segnale della buona volontà a normalizzare le relazioni e a promuovere la distensione. C’è però ancora molto lavoro da fare. Tuttavia, Stoltenberg ha evidenziato come le divergenze su alcuni temi, come quello dell’allargamento dell’alleanza a est, sono molto difficili da appianare.

2 COMMENTS

  1. Gli americani vogliono decidere per L’Europa. I Russi sono nostri vicini ma noi ci ritroviamo a non contare nulla in queste trattative che vengono condotte con arroganza e ipocrisia da uno stato straniero che si trova dall’altra parte del globo. Non hanno alcun rispetto per gli interessi dell’Europa e anche se i nostri governi si comportano da servi nei loro confronti questo non da loro il diritto di decidere sopra le nostre teste e contro i nostri interessi. L’Ucraina è servita per rompere l’equilibrio che c’era ai nostri confini, equilibrio che ci ha dato anni di pace e benessere. Ma agli USA questo non piace, hanno organizzato un colpo di stato contro la sovranità dell’Ucraina e ora la difesa di quella stessa sovranità diventa il pretesto per attaccare la Russia. GLI USA VOGLIONO LA GUERRA che sarà in Europa lontano da casa loro da dove si goderanno lo spettacolo. GLI USA VOGLIONO LA GUERRA alla Russia ma contro l’Europa che ne sarà gravemente indebolita come desiderano gli USA per dominarci meglio. I governi europei che hanno a cuore gli interessi dei loro cittadini possono ancora fermare questo progetto criminale ma devono agire uniti e presto.

  2. Perchè questi americani vogliono decidere per L’Europa. I Russi sono nostri vicini ma noi ci ritroviamo a non contare nulla in queste trattative che vengono condotte con arroganza e ipocrisia da uno stato straniero che si trova dall’altra parte del globo. Non hanno alcun rispetto per gli interessi dell’Europa e anche se i nostri governi si comportano da servi nei loro confronti questo non da loro il diritto di decidere sopra le nostre teste e contro i nostri interessi. L’Ucraina è servita per rompere l’equilibrio che c’era ai nostri confini, equilibrio che ci ha dato anni di pace e benessere. Ma agli USA questo non piace, hanno organizzato un colpo di stato contro la sovranità dell’Ucraina e ora la difesa di quella stessa sovranità diventa il pretesto per attaccare la Russia. GLI USA VOGLIONO LA GUERRA che sarà in Europa lontano da casa loro da dove si goderanno lo spettacolo. GLI USA VOGLIONO LA GUERRA alla Russia ma contro l’Europa che ne sarà gravemente indebolita come desiderano gli USA per dominarci meglio. I governi europei che hanno a cuore gli interessi dei loro cittadini possono ancora fermare questo progetto criminale ma devono agire uniti e presto.

Rispondi