Cosa succede in Tajikistan

Le crescenti tensioni esplodono in violenze sostenute dal regime contro il gruppo minoritario nella regione autonoma di Gorno-Badakhshan. Cosa succede in Tagikistan.

Almeno 25 persone sono state uccise il 18 maggio dalle forze di sicurezza in Tagikistan durante una protesta nella regione autonoma di Gorno-Badakhshan (GBAO), dove il regime tagiko ha preso di mira la minoranza etnica Pamiri.

Le morti segnano un’escalation di violenza nella regione. Il conflitto tra il governo centrale ei Pamiri è continuato per decenni, con il gruppo etnico culturale e linguistico che ha subito violazioni dei diritti umani, nonché discriminazioni sul lavoro e sull’alloggio.

La regione del Pamir è stata l’unico luogo in Tagikistan in cui i manifestanti anti-governativi ancora scendono in piazza, nonostante il regime autoritario filo-Cremlino.

Secondo testimoni, diverse centinaia di residenti di Khorog, la capitale del GBAO, si sono radunate nel fine settimana per chiedere il licenziamento del governatore e il rilascio dei manifestanti arrestati per aver partecipato a una protesta a novembre, quando tre uomini sono stati uccisi e 17 feriti da forze di sicurezza.

Le proteste sono continuate fino al 18 maggio. Mentre le persone hanno marciato verso la piazza principale di Khorog, le forze di sicurezza hanno bloccato la strada e presumibilmente hanno iniziato a sparare proiettili di gomma, granate assordanti e gas lacrimogeni contro i manifestanti, uccidendo almeno 25 persone.

Cosa succede tra Tagikistan e Kirghizistan- Notiziario Estero

Rispondi