Cosa sappiamo della visita di Putin a Roma

Il presidente russo incontra le massime autorità politiche e religiose nella capitale. Putin a Roma ha incontrato  Mattarella, Conte e Papa Francesco.

Vladimir Putin a Roma fa una visita lampo. Il presidente della Russia in poche ore ha incontrato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il premier Giuseppe Conte e Papa Francesco. In poco meno di 4 ore, Putin ha visitato Quirinale, Palazzo Chigi e Vaticano.

Al Quirinale, il capo di Stato russo ha ricevuto i massimi onori di casa. A attenderlo nel cortile d’onore il Presidente della Repubblica, mentre risuonavano l’inno italiano e russo. Nel torrino, intanto, veniva issata la bandiera della Federazione Russa. Per il Quirinale, i rapporti tra Italia e Russia sono ottimi, nonostante le tensioni tra Mosca e Occidente a seguito della questione ucraina. E, a quanto apprende Notiziario Estero, i colloqui hanno proprio affrontato il tema delle crisi e tensioni internazionali.

A Palazzo Chigi, Putin e Conte hanno parlato in particolare di Libia. Putin ha ribadito al premier italiano che in Libia occorre sostenere il ruolo dell’Onu al fine di convincere le parti a un cessate il fuoco, a sedersi al tavolo dei negoziati e favorire la transizione politica. La Russia quindi vuole sostenere, e lo dice indirettamente Putin, il premier Feisal Serraj e il suo governo internazionalmente riconosciuto (dall’Onu) pur mantenendo i rapporti con il generale Haftar. La visione strategica del presidente russo è quindi chiara. Per Putin va evitata a ogni costo la scissione del Paese in due. Conte ha anche manifestato a Putin la situazione dell’Ucraina che rischia di mettere in gioco i rapporti tra Unione Europea e Russia. Il presidente russo ha risposto di auspicare un impegni italiano per eliminare le sanzioni europee a Mosca. Putin ha anche espresso il suo auspicio affinché Cina e Usa trovino un accordo sui dazi e mettano fine alla guerra commerciale che rende instabile il commercio internazionale.

Il colloquio tra Putin e Papa Francesco in Vaticano è stato lungo e intenso. L’incontro ha portato alla firma di un protocollo d’intesa per una cooperazione tra l’ospedale Bambin Gesù e gli ospedali pediatrici in Russia. Al termine del colloquio, Putin ha avuto un momento di incontro con il segretario di Stato Vaticano Pietro Parolin.

Advertisements

Rispondi