Corea del Nord la sorella di Kim apre al dialogo

Kim Yo-yong, sorella del leader nordcoreano Kim Jong-un ha detto che la Corea del Nord è interessata a riprendere i negoziati con la Corea del Sud se cessa la “politica di ostilità” da parte di Seul.

L’influente sorella del leader nordcoreano ha risposto così a un appello fatto dal governo di Seul per dichiarare ufficialmente la fine della guerra di Corea. Il conflitto, che ha coinvolto la penisola coreana si è concluso nel 1953 con un armistizio e non c’è mai stato un trattato di pace. I due Stati sono formalmente ancora in guerra da allora.

Nel corso di questa settimana il presidente sudcoreano Moon-jae ha lanciato l’appello alle due coree e ai loro alleati (Stati Uniti e Cina prima di tutto) di dichiarare formalmente la fine della guerra e di iniziare una nuova era di pace nella penisola. La risposta della Corea del Nord, da parte di un ministro, è stata inizialmente che la proposta era ancora immatura. La sorella di Kim però aveva dichiarato che il gesto di Moon è stato “ammirevole”.

La Corea del Sud si appresta a votare. Probabile che il presidente Moon abbia fatto una mossa elettorale a sostegno del candidato del suo schieramento politico. Kim non ha ancora preso posizione.

Rispondi