Cinque libri da leggere di Niall Ferguson

cinque libri da leggere di Naill Ferguson
Lo storico britannico Naill Ferguson

Dai Sex Pistols alla Thatcher, la stima per Kissinger e la passione per la storia. Niall Ferguson è uno studioso dal pensiero libero e senza etichette. I cinque libri da leggere.

Niall Ferguson è uno degli storici più celebri e citati in ambito internazionale. Nato in Gran Bretagna, si è specializzato in storia economica e finanziaria. Ha studiato a Oxford e insegna a Harvard. La sua passione è lo studio del colonialismo e imperialismo. Conosce bene la storia economica della Germania nel periodo che dalla fine del XIX secolo arriva all’era di Weimar.

Da giovane, siamo nel 1977, Ferguson è un fan dei Sex Pistols e del movimento punk. Sostiene però le posizioni di Margaret Thatcher, che considera innovative per superare il corporativismo soffocante britannico negli anni ’70 e per uscire dalla morsa di scioperi selvaggi e stagflazione.

Emerge sul palcoscenico accademico negli anni ’90 con il libro The Pity of War (tradotto prima con il titolo La verità taciuta e poi con Il grido dei morti) dedicato alla Prima guerra mondiale. Il libro è subito al centro di un dibattito tra storici perché Ferguson si propone di sfatare 10 miti sul primo conflitto bellico. Tra questi, quello più controverso è la teoria di Ferguson che la Gran Bretagna avrebbe dovuto rimanere neutrale e lasciare che l’Europa cadesse tutta sotto l’influenza del Kaiser Guglielmo II. Forse, sostiene lo storico, si sarebbe evitata la catastrofe della Seconda Guerra Mondiale.

Lo storico britannico è uno tosto. Non si fa intimorire dai nomi sacri del gotha accademico internazionale. Come con il premio Nobel per l’economia Paul Krugman, che Ferguson ha criticato pubblicamente per le sue teorie economiche. Lo scontro più forte è stato sulla profezia di Krugman del 2010 secondo cui l’euro sarebbe finito. Ferguson non manca di ricordare al premio Nobel lo sbaglio della previsione. E aggiunge anche un elenco delle previsioni errate di Krugman.

La bibliografia di Ferguson è vasta. In trent’anni ha scritto decine di libri e pubblicato numerosi studi.

Ecco cinque libri da leggere di Niall Ferguson.

  1. The Pity of War: Explaining World War I, Allen Lane/Penguin Press, 1998; traduzione italiana: La Verità Taciuta. La prima guerra mondiale: il più grande errore della storia moderna, Collana Storica, Corbaccio, 2002 – poi pubblicato come Il Grido dei Morti. La Prima Guerra Mondiale: il più atroce conflitto di ogni tempo, Collana Le Scie. Nuova Serie, Mondadori, Milano, 2014.
  2. Colossus. Ascesa e Declino dell’Impero Americano, Collana Saggi, Mondadori, Milano, 2006;
  3. Ascesa e Declino del Denaro. Una Storia Finanziaria del Mondo, Collana Storia, Mondadori, Milano, 2009;
  4. Il XXI Secolo appartiene alla Cina? Conversazione sul futuro del Mondo (con Henry Kissinger), Collana Frecce, Mondadori, Milano, 2012;
  5.  Kissinger. The Idealist, 1923-1968, Penguin Press, 2015;

Rispondi