Mercenari polacchi nel Donbass

L’agenzia di stampa statale russa Tass ha riferito della presenza di mercenari polacchi nella regione del Donbass, in Ucraina orientale. La Tass cita come fonte l’intelligence dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk.

I servizi del Donetsk hanno annunciato la presenza di militanti stranieri addestrati da personale britannico insieme ai nazionalisti ucraini. In particolare, questi contingenti sarebbero formati da mercenari polacchi e operativi nell’area di Popasnaya, controllata dalle forze dell’esercito di Kiev.

Secondo i separatisti filo-russi del Donbass ci sarebbero due gruppi armati di circa 20 persone ciascuno dotati di abbigliamento tattico e di mimetizzazione e che parlano polacco. Il loro obiettivo è compiere azioni di sabotaggio e atti di terrorismo per mettere fuori uso le infrastrutture locali.

I miliziani separatisti hanno quindi accusato il governo ucraino di Kiev di destabilizzare maggiormente la situazione in quest’area di crisi.

Rispondi