Chi ha ucciso in Iran un colonnello dei guardiani della rivoluzione

Quello di Hassan Sayyad Khodayari, un leader delle forze speciali Quds, non è un assassinio casuale.

Chi ha ucciso in Iran Hassan Sayyad Khodayari? Non è un assassinio come un altro. Perché Khodayari è un ufficiale di alto livello delle forze Quds, una componente del corpo delle Guardie della Rivoluzione islamica. Quelli che sono specializzati in missioni di guerra all’estero, soprattutto in Siria. Lo hanno assassinato fuori dalla sua abitazione nel centro di Teheran. I killer, due secondo l’agenzia iraniana Irna, sono arrivati con motociclette e gli hanno sparato colpendolo dentro la sua auto. Subito dopo sono svaniti nel nulla. Si intuisce dietro le dichiarazioni delle autorità iraniane che i sospetti ricadono su Israele. Anche se nessuno lo dice espressamente. Quella di Khodayari è il secondo assassinio mirato che colpisce i guardiani della rivoluzione. Il primo fu quello del generale Qasam Soleimani, ucciso a inizio 2020 e numero due del regime degli Ayatollah. In quel caso ci fu la piena responsabilità degli Stati Uniti di Donald Trump. Con serie ripercussioni internazionali e nell’area del Golfo. Impossibile quindi non pensare a una strategia per colpire i vertici delle delle Guardie della Rivoluzione Islamica.

Rispondi