Cambiamenti climatici: il soldato Sanders va all’attacco

Il candidato democratico Sanders, in corsa per la Casa Bianca, propone una risoluzione al Congresso per riconoscere i cambiamenti climatici emergenza nazionale.

Bernie Sanders va all’attacco sui cambiamenti climatici. Con lui ci sono anche i rappresentanti democratici Alexadria Ocasio-Cortez (New York) e Earl Blumenauer (Oregon). Hanno proposto una risoluzione per il Congresso degli Stati Uniti per riconoscere che il cambiamento climatico è una emergenza nazionale. Il documento riporta che è in corso un’emergenza climatica e occorre una mobilitazione e impegno bipartisan per prendere misure volte a fermare e invertire i fenomeni in corso. Sopratutto a agire per evitare conseguenze disastrose e prevenire le cause. La risoluzione non prevede una legge specifica, ma si limita a enunciare alcuni principi per mettere in luce che il cambiamenti climatici sono un problema dell’umanità e che sono in gioco i destini di milioni di persone. Pertanto occorre un’azione politica immediata. La risoluzione ha in realtà un valore simbolico. I suoi promotori spiegano, riporta la Cnn, che ha l’obiettivo di portare l’attenzione delle nuove generazioni di americani sul tema del clima, sensibilizzandoli sulla questione e facendoli discutere. Ma visto l’impegno politico di Sanders e soci, appare anche uno strumento di attacco alla linea di Donald Trump, ai limiti del negazionismo sul clima e comunque minimalista sui fenomeni in corso tanto da ritirare l’America dall’accordo sul clima di Parigi firmato nel 2016. Per questo motivo la risoluzione ha poche speranze di riuscire a passare al Senato a maggioranza repubblicana.

Advertisements

Rispondi