Botta e risposta Russia e Ucraina

L’Ucraina ha accusato la Russia di avere stanziato 90.000 militari nei pressi del confine ucraino e in parte nel Donbass, la zona orientale dell’Ucraina in cui si combatte una guerra tra esercito regolare e separatisti filo-russi. La presenza militare russa inquieta il governo di Kiev. La Russia risponde che porta i suoi militari nelle zone del suo territorio in cui ritiene che sia più necessario. Mosca aveva anche negato nei giorni scorsi lo schieramento di militari lungo il confine come avevano pubblicato il Washington Post e Politico.

Intanto a Glasgow, a margine del Cop26, il segretario di Stato Usa Anthony Blinken ha incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Nel colloquio, il capo della diplomazia americana ha rassicurato il leader di Kiev sull’impegno Usa a difendere l’integrità territoriale ucraina, a cooperare nella difesa e garantire la sicurezza energetica. Quest’ultimo aspetto è legato all’inquietudine di Kiev per quando entra in funzione il gasdotto russo-tedesco North Stream 2, che passa dal Mar Baltico e porta gas in Germania e Europa “saltando” di fatto il territorio ucraino.

Rispondi