La Commissione Elettorale Centrale della Bielorussia ha reso noti i primi dati delle elezioni presidenziali che si sono tenuti ieri. Il presidente uscente, Alexander Lukashenko, è in testa con l’80,23% dei voti. La sua avversaria, Svetlana Tikhanovskaya lo segue al 9,90%. Pochi voti per gli altri tre candidati che insieme non raggiungono il 2%. Se i risultati saranno confermati dallo spoglio, Lukashenko sarebbe presidente per la sesta volta. Vladimir Putin ha già inviato le sue congratulazioni. L’opposizione contesta i risultati, così come la piazza. Nella notte ci sono state contestazioni e scontri nella capitale Minsk tra manifestanti anti-Lukashenko e polizia. Il bilancio è di 1 morto, decine di feriti e oltre 3000 arresti. Tra i fermati anche alcuni giornalisti, tra cui una polacca. E proprio la Polonia ha chiesto questa mattina un vertice europeo straordinario sulla situazione in Bielorussia. Intanto, Lukashenko ha puntato il dito contro Polonia, Repubblica Ceca e Regno Unito, accusandoli di fomentare e appoggiare le proteste.

Rispondi