In Afghanistan le elezioni presidenziali sono sotto attacco
Un attacco armato a colpito a Kabul gli uffici elettorali di un candidato alla presidenza

Notiziario Estero – Attacco a Kabul contro l’ufficio elettorale del candidato alle elezioni presidenziali del 28 settembre. Afghanistan sotto attacco.

Un attacco armato a Kabul ha causato la morte di 20 persone e provocando almeno 50 feriti. E’ un assaggio del clima di violenza che si abbatte sulle elezioni presidenziali in Afghanistan indette per il prossimo 28 settembre. Tra i morti ci sono anche i quattro uomini del commando che ha colpito gli uffici elettorali del Green Trend, il movimento politico di Amrullah Saleh, già capo dell’intelligence afgana e ex ministro dell’interno. Ora, Saleh è candidato alla vice-presidenza in un ticket con il presidente uscente Ashraf Ghani, che cerca un nuovo mandato. Il candidato rivale alla presidenza è l’attuale capo del governo Abdullah Abdullah. Secondo le ricostruzioni circolate sul web, i quattro uomini hanno provocato un’esplosione e sono entrati negli uffici elettorali dove è avvenuto uno scontro a fuoco con le forze di sicurezza. Non ci sono rivendicazioni dell’attacco. L’Afghanistan ha avviato un percorso di dialogo tra i talebani e il governo, che lo scorso 10 luglio hanno trovato un accordo per una road map di pace.

Intanto, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha l’intenzione di iniziare il ritiro delle truppe dall’Afghanistan prima delle elezioni del 2020. Lo ha reso noto il segretario di Stato Usa Mike Pompeo attraverso un comunicato stampa del Dipartimento di Stato. In un colloquio che pubblichiamo qui con il presidente del club economico di Washington, David Rubenstein, il segretario di Stato Usa ha detto che la direttiva del presidente Trump è quella di ritirare i militari americani prima delle elezioni. Rubenstein aveva chiesto a Pompeo se il Pentagono avrebbe ritirato i soldati prima delle elezioni.

Rispondi