Accordo tra Assad e curdi. Damasco manda l’esercito contro i turchi

Rischi di guerra tra Ankara e Damasco. Gli Usa ritirano tutti i soldati. Accordo tra Assad e curdi, Damasco manda l’esercito contro i turchi.

In Siria tutto da rifare. La Turchia e il governo di Damasco non sono mai stati così vicini a un’escalation militare come ora. I rischi di guerra sono reali. Un accordo tra il governo del presidente Bachar al-Assad e i curdi ha dato il via libera per mandare l’esercito governativo siriano nel nord-est della Siria, zona al centro dell’attacco turco del 9 ottobre scorso. L’accordo tra curdi e siriani prevede che l’esercito di Damasco si dispieghi lungo tutta la frontiera turco-siriana. I militari di Damasco sono già arrivati nei pressi della città di Manbij e si stanno dirigendo verso Kobane. Le autorità curde hanno fatto sapere che la mobilitazione delle truppe di Assad avviene in coordinamento con il governo autonomo curdo e garantisce l’autonomia raggiunta negli anni di guerra civile siriana. Intanto, il presidente della Turchia Recep Tayyp Erdogan ha comunicato che rifiuterà qualsiasi offerta di mediazione sull’intervento turco nella Siria nord-orientale. Non solo. Erdogan ha anche annunciato che amplierà l’offensiva militare. Quindi non solo i 30 km in Siria della zona cuscinetto? Sarà un ampliamento solo lungo la frontiera? Tutto da vedere. Fatto sta che i rischi di guerra e l’escalation militare sono sempre più probabili. Le dichiarazioni del presidente turco arrivano nel momento in cui gli americani annunciano al mondo che ritireranno tutti i soldati in Siria. Sono migliaia i civili che stanno fuggendo dalle aree interessate all’intervento militare di Ankara.

Advertisements

Rispondi