Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, dichiara che il vertice Russia Ue proposto da Vladimir Putin è morto prima di nascere. Lavrov punta il dito contro i paesi baltici e dell’Europa orientale. Per il capo della diplomazia russa la proposta avanzata da Francia e Germania si è scontrata con il muro delle forze russofobe europee. Merkel e Macron non sono riusciti a fare prevalere la loro linea. Secondo Lavrov in Europa stanno trainando le forze antirusse. Non sappiamo se quella del ministro di Putin sia strategia o campanello d’allarme per un Europa in cui i grandi paesi come Francia, Germania o Italia abbiano perso il controllo del timone. La strategia del Cremlino potrebbe essere quella di mettere alla prova la tenuta dell’Ue e avere una fotografia dei rapporti di forza attuali dentro l’Unione Europea. Vedremo nei prossimi giorni.

Rispondi