La sfida Usa Cina passa da Hong Kong

La sfida Usa Cina passa da Hong Kong

Scontro sempre più aperto tra i due giganti economici. Entra in campo anche Taiwan.

Washington minaccia sanzioni a Pechino se approva la legge sulla sicurezza nazionale per l’ex-colonia. La Cina accusa gli Stati Uniti di ingerenza nei suoi affari interni. E prenderà contromisure se la Casa Bianca deciderà le sanzioni. La sfida a tutto campo Usa Cina passa da Hong Kong. Scrivevo in questo post di come il Coronavirus potesse aprire una nuova guerra fredda tra le due principali potenze economiche. Oltre alla pandemia, devo aggiungere la crisi nell’ex-colonia britannica passata sotto sovranità (limitata) ai cinesi nel 1997. Il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian, ha confermato oggi la determinazione cinese a portare avanti il progetto di legge sulla sicurezza nazionale per la Regione amministrativa speciale di Hong Kong. Due giorni prima, è stato il ministro degli esteri cinese in persona a accusare gli Stati Uniti di volere causare una nuova guerra fredda. Nella questione è entrata in gioco anche l’isola-stato di Taiwan. La presidente Tsai Ing-wen ha espresso il supporto ai manifestanti di Hong Kong e ha espresso la sua preoccupazione, riferendosi implicitamente al progetto di legge cinese.

Rispondi