Israele, incarico a Gantz per nuovo governo. Danno e beffa per Netanyahu

Gantz riceve incarico per formare il nuovo governo di Israele
Benny Gantz, il leader di Blu e Bianco, che ha ricevuto l'incarico di formare il nuovo governo.

Benny Gantz, leader di Blue e Bianco, proverà a formare il nuovo governo. La Commissione Elettorale ha concluso i conteggi assegnando 61 seggi su 120 alla coalizione guidata dal leader moderato. Una beffa per Netanyahu.

(Gerusalemme) – Benny Gantz proverà a formare il nuovo governo di Israele. Il presidente Reuven Rivlin ha annunciato l’affidamento dell’incarico per la formazione di un nuovo esecutivo al leader di Blu Bianco, il partito politico che guida una coalizione centrista. E Gantz avvierà le consultazioni per capire se ci sono le condizioni e la volontà politica per creare una nuova compagine governativa.

La coalizione guidata da Blu e Bianco alla fine ha ottenuto nelle elezioni del 1 marzo 61 seggi a fronte dei 58 di quella di centro destra targata Benjamin Netanyahu. Il partito del premier uscente ha battuto quello di Gantz, ma i voti di coalizione hanno premiato il secondo. Quella del 1 marzo è la terza consultazione elettorale nel giro di un anno in Israele.

L’ex-premier Bibi Netanyahu esce beffato e danneggiato. La beffa sta nel fatto che poco dopo la pubblicazione degli exit-poll nella sede del Likud, il partito di Bibi, si festeggiava la vittoria perché si davano per scontati i 61 seggi necessari a avere la maggioranza nella Knesset, il Parlamento israeliano. Invece, i conteggi hanno ribaltato il risultato e il futuro primo ministro potrebbe essere Gantz. Danno perché Netanyahu dovrà affrontare un pesante processo giudiziario per corruzione e abuso di potere. E parte svantaggiato dal momento che non è più il capo del governo. Il procedimento è stato spostato da marzo a maggio a causa delle misure precauzionali legate alla diffusione del Coronavirus. Ma ancora beffa perché il nome di Gantz al presidente Rivlin è stato fatto anche da Avigdor Liebermann, il falco dell’ultradestra israeliana ministro di diversi governi Netanyahu. L’ex-premier invece aveva proposto un governo di unità nazionale. Proposta per ora respinta.

Per Notiziario Estero, la redazione online da Gerusalemme

Rispondi