E’ crisi di governo in Grecia sulla Macedonia

Il primo ministro Tsipras chiede il voto di fiducia dopo la crisi di governo in Grecia sulla Macedonia.

E’ crisi di governo in Grecia sulla Macedonia. Il primo ministro Alexis Tsipras ha chiesto il voto di fiducia in Parlamento dopo che la sua coalizione di governo si è spaccata sul cambiamento del nome della Macedonia. Il ministro greco della difesa, Panos Kammenos, si è dimesso e ha anche annunciato che voterà contro il governo durante la seduta parlamentare per la fiducia. La crisi si è aperta sul nome della Macedonia, finora chiamata Fyrom (Ex- Repubblica Jugoslava di Macedonia). I due Paesi, Grecia e Fyrom, avevano di recente trovato l’accordo sul nome di Fyrom, che confina a nord con la Grecia: si sarebbe chiamata Macedonia del Nord, mettendo fine a una disputa che continua da 27 anni. Il governo di Skopje, Macedonia, aveva ratificato l’accordo. Ma per i nazionalisti greci il nome Macedonia può riferirsi solo alla regione greca che porta lo stesso nome. La disputa sul nome, esplosa fin da quando Fyrom ha dichiarato l’indipendenza dalla Jugoslavia nel 1991, sta bloccando anche le velleità macedoni di aderire alla Nato e all’Unione Europea. Ora la parola passa ai deputati greci. Tsipras può contare su 145 voti del suo partito Syriza su 300. La sopravvivenza del suo esecutivo passa da qui.

Advertisements
Annunci

Rispondi