Cinque cose da fare a Amsterdam

0
6

Cosa vedere nella città olandese se ci si ferma per pochi giorni?


Amsterdam merita una visita. Attira milioni di viaggiatori ogni anno. Per un motivo o per l’altro. Chi vagabonda per l’Europa non può evitare l’Olanda e la sua capitale. Certo siamo lontani dalle città d’arte italiane o dalle grandi capitali europee come Parigi o Londra. Per Amsterdam sono sufficienti 3 o 4 giorni per farsi un’idea della città. Sempre che non si abbia l’intenzione di esplorare tutti i suoi angoli più nascosti, i suoi dintorni e i suoi festival culturali. In questo caso, un soggiorno di almeno 10 giorni è d’obbligo.
Vediamo invece cosa fare a Amsterdam se, come me, siete viaggiatori vagabondi alla giornata, che programmate più spostamenti e luoghi da vedere in un unico giro. Insomma se siete gente che macina chilometri con qualsiasi mezzo: dalle gambe alla bici, dall’auto al treno o aereo.

Stazione Centrale di Amsterdam
Stazione Centrale di Amsterdam

Parto da un soggiorno in città di 4 giorni. Ecco in questo caso cinque cose importanti da fare e vedere a Amsterdam.

  1. Museo di Van Gogh. E’ d’obbligo a Amsterdam. Non entrare in questo tempio della cultura internazionale è come andare a Roma senza vedere il Colosseo. Il museo non è grandissimo. Pertanto, si può visitare con calma e concentrarsi sulle opere del grande pittore olandese. Personalmente, preferisco vedere musei monografici e concentrati su un solo tema o autore rispetto a quelli maestosi come il Louvre, National Gallery o Metropolitan Museum. In questi ultimi la concentrazione diminuisce in fretta e ci si ricorda di meno quello che si è visto. Nei musei più tematici dedicati a un artista o a un periodo preciso, come il Museé d’Orsay o il Van Gogh Museum, per esempio, si impara di più a livello culturale. Perché si approfondisce un solo periodo o una sola forma d’arte. A Amsterdam, nel museo di Van Gogh guardate “I mangiatori di patate”, forse un’opera meno celebre di altre, ma affascinante sotto il profilo artistico. Sconsiglio invece, se si hanno pochi giorni, di entrare nel Rijskmuseum, edificio gigantesco con strodinarie opere d’arte impressioniste, rinascimentali. La visita è più consigliata se si hanno a disposzione più giorni. E poi vale quanto detto prima sui musei grandi e maestosi.
  2. Dam Place. La piazza Dam (della Diga in olandese) è una delle più affascinanti della città. Se arrivate in treno si trova a 10 minuti a piedi dalla Stazione. Date un’occhiata alla facciata della Central Station di Amsterdam. Mi ha sempre colpito ed è incredibilmente affascinante. Poche stazioni europee hanno un sapore di storia come questa. Poi guardate le montagne di biciclette ormeggiate nel piazzale della stazione. Un paesaggio che sa di Europa come l’avete sempre immaginato. Ma torniamo alla Dam Place. Resterete colpiti dalla sua forma. Si respira Medioevo non appena la vedete per la prima volta. La piazza risale al 1270. Il suo nome a quanto pare driva dal fatto che era stata realizzata in questo punto una diga sul fiume Amstel, il fiume di Amsterdam, che attraversa la città e si divide in un numerosi canali. In fondo alla piazza sorge l’imponente Palazzo Reale, il national monument e il celebre museo delle cere Madame Trusseaud. La Dam Place è stata al centro della scena hippy degli anni ’70 e delle manifestazioni olandesi.
  3. Casa di Anna Frank. Merita una visita. La casa si trova in quello che era il ghetto ebraico della città. L’esperienza è molto toccante. Usciti dall’abitazione inoltratevi nelle viette del quartiere ebraico che vi riportano verso il centro città. Amsterdam è fatta per perdersi e lasciarsi trasportare dai suoi ritmi, dalle sue vie, per farsi coinvolgere dai suoi colori.
  4. Jordaan District. E’ il quartiere degli artisti della città. Qui si ritrovano giovani, studenti, hippy nostalgici, poeti perduti e sognatori. I prezzi sono più bassi e accessibili sia per le abitazioni sia per le camere, I locali pullulano, discoteche e pub, luoghi per fare musica, piazzette e parchetti che pullulano di gente.
  5. Canali. Non perdetevi una passeggiata lungo i tanti canali di Amsterdam. Se prendete una qualsiasi mappa cittadina potete studiarvi un itinerario tra i canali, oppure farvi un giro in barca. E’ l’occasione migliore per vedere tutti i quartieri dall’acqua. Alcuni affittano pure per dormire un posto letto sulle chiatte.
Un canale tipico della capitale olandese
Un canale tipico della capitale olandese

Amsterdam è una meta imperdibile che va vista almeno una volta nella vita. Non è solo la città del sesso e della droga a cui spesso di associa il suo nome. E’ una città culturalmente elevata, ricca di eventi e festival, di musica e animazioni. Non c’è grande band musicale che non passi da qui nei suoi tour. Elegante e ricca, è la città dei diamanti, Puntate l’occhio sulle numerose gioiellerie e date un’occhiata ai prezzi se volete sognare, o spaventarvi, per un attimo.
Ovidio Diamanti

Advertisements
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here