Il ritorno dell'Isis: attacco nel sud della Siria

0
3

Oltre 250 morti a Sweida e nei villaggi vicini. Kamikaze si sono fatti esplodere al mercato.
L’Isis torna a farsi sentire in Siria. E colpisce il sud del Paese. Il bersaglio dei miliziani dello Stato Islamico è stata la città di Sweida e i villaggi che la circondano.
Secondo i resoconti delle agenzie internazionali, i kamikaze del califfato si sono fatti esplodere in mezzo alla folla dei mercati. Le esplosioni sarebbero state studiate per colpire in modo coordinato. Alcuni terroristi si sono scontrati con le forze governative siriane in sparatorie avvenute in mezzo alla gente.
I morti accertati sono finora oltre 200. Tra loro anche numerosi terroristi, ma anche molti civili e uomini della sicurezza di Damasco. L’Isis avrebbe anche preso ostaggi tra la popolazione.
Probabilmente, questo di Sweida è uno degli attentati più sanguinosi messi a segno dallo Stato Islamico.

Advertisements
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here