Tre aziende del Belgio a processo per esportare sostanze chimiche in Siria

0
3

Sono accusate di avere inviato senza autorizzazione 168 tonnellate di isopropanolo, utilizzato per la produzione di gas sarin.
Tre aziende belghe sono state denunciate per avere esportato in Siria senza alcuna autorizzazione speciale sostanze chimiche per fabbricare armi come il gas sarin. Il processo comincia il 15 maggio. Le tre società sono la AAE Chemie Trading, la Anex Customs e la Danmar Logistics. Su di loro pesa l’accusa di avere inviato in 24 viaggi tra il 2014 e il 2016 almeno 168 tonnellate di isopropanolo, un componente chimico presente in prodotti disinfettanti e di pulizia.
Ma non solo isopropanolo. Secondo l’accusa le tre aziende avrebbero esportato in Siria anche 77 tonnellate di metanolo, 219 tonnellate di acetone, 21 tonnellate di diclorometano. Tutte sostanze che dal 2013 hanno bisogno di una speciale autorizzazione per essere esportate in Siria perché sono state vietate dall’Opac, l’Organizzazione Internazionale per la proibizione delle armi chimiche.
Per saperne di più ecco l’articolo della BBC

Advertisements
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here